PROGETTO MUSEOGRAFICO


Il Museo Biellese degli Alpini e' stato progettato partendo da uno spazio all'interno del fabbricato industriale esistente, adibito in origine a rimessa.

La sua dimensione di circa 800 mq con un’altezza di 5,20 metri ha permesso al suo interno di modellare un percorso sviluppato su due livelli con la creazione di un soppalco in ferro, collegato al piano terra da scala e da ascensore per il superamento delle barriere architettoniche.

La divisione degli spazi è stata eseguita utilizzando lastre in ferro “korten”, lastre che hanno la particolarità di assumere un color ruggine velato, supportato da uno studio illuminotecnico mirato a esaltare i reperti: ogni lastra e' stata sagomata con una lavorazione laser, sviluppando uno skyline con temi di storia alpina come scene di combattimento, marce in montagna con alpini e muli, rappresentazione delle Alpi biellesi e delle Dolomiti: questo per contestualizzare e guidare la percezione degli oggetti esposti.

Il soppalco e' stato studiato per ricordare le vecchie tradotte militari, pertanto al posto della ringhiera e' stata disegnata una fiancata rivisitata di una tradotta, comprensiva di ruote e rotaie.


Indietro

Media video